Il Sesso 🎀

AFB39770-8070-4A8D-AA36-524473625CD3Da qualsiasi angolazione lo si osservi, il sesso, peculiare espressione di desiderio carnale, e’ un elemento di brama, e, come tale, possiede un potere notevole sulla coscienza, sulla volonta’, sulle scelte umane.

A partire da Freud, gli studiosi hanno riconosciuto la compulsione primigenia per la quale l’uomo, come l’animale, e’ spinto a perseguire il principio del piacere ed a soddisfarlo ~ Se per l’animale l’accoppiamento e’ solo uno dei diversi automatismi istintuali, per l’uomo, essere superiore dotato di pensiero, il sesso e’ un istinto che puo’ confliggere con l’etica, individuale e sociale, e, purtroppo a volte vince su di essa ~ In nome del sesso, o meglio, del piacere del sesso, l’uomo puo’ abdicare alla custodia di valori fondanti, e compiere basse azioni di violazione: tradimento, stupro, mercimonio, incesto, pedofilia ~ E’ un dato reale, che emerge dalla cronaca quotidiana e dalla storia antropologica ~ L’essere umano ha una oggettiva difficolta’ a rinunciare al sesso, nelle specifiche contingenze in cui, per diversi motivi, sarebbe necessario e doveroso rinunciarvi ~ Ogni tipo di piacere possibile costituisce una tentazione, ma riguardo il sesso, trattasi di una tentazione particolarmente incidente per la supremazia che riesce ad esercitare su tutto.

Il sesso fa capo agli aspetti ventrali dell’uomo, infervorati dalla psiche oltre che dalle pulsioni biologiche ~ Il ventre costituisce la dimensione bassa dell’essere umano, costituisce la dimensione inferiore, che spesso e’ ostacolo pervicace all’evoluzione ~ Il ventre e’ spesso connotato da ingordigia, ed e’ di sanguigna cecita’.

NIETZSCHE identificava nel ventre l’impossibilita’ per l’essere umano di realizzare la propria originaria divinita’ ~ Nel corpo umano, piu’ in alto, esiste il cranio, che Rudolf STEINER defini’ l’Uovo Cosmico da cui, attraverso l’intelletto (da non confondere con l’intelligenza, altra cosa), puo’ nascere (o non nascere) l’uomo spirituale, libero, affrancato dal sangue, proiettato verso l’infinito immortale. Il sesso e’ un’espressione piacevole, un’energia vitale che JUNG assimilava al simbolo del cavallo: ma e’ il cavaliere che deve guidarlo e non viceversa. 🎀

Il Bene e il Male 🎀

2B81F10F-D874-4C97-9650-F5C4EE561C54Tutto il Cosmo si tiene e si mantiene in quanto creazione di un potente Equilibrio tra le forze opposte generate dal Gong Cosmico ~ Le Forze opposte sono state individuate come Bene (costruzione) e Male (distruzione).

La spaccatura che avvenne e divise l’ Unus originario (Plotino) e’ ormai inaccessibile alla conoscenza, ma e’ stato ragionevolmente ipotizzato che le due Forze opposte mantengano, attraverso la loro costante “opposizione – composizione”, la creazione di EQUILIBRI continuamente preservati, senza i quali si verificherebbe il collasso cosmico.

Il tema Bene e Male esula e prescinde, QUI, da ogni tipo di dottrina, e considera il concetto di Energia (sottile, invisibile) delle reali Forze Universali, costituenti, opponenti e componenti ~ In tale ottica, occorre ricordare che tutto nell’Universo, e sulla Terra, si fonda sulla FORZA, intesa come elemento basico che tiene e mantiene ogni cosa, e che comprende la misteriosa forza vitale ~ Quest’ultima e’ quella, stupefacente, contenuta nel seme, (umano, animale, vegetale), e che da’ luogo al processo vitale ~ Va precisato che anche l’azione umana (in pensiero, parola, ed atto) costituisce, nel Bene e nel Male, un seme, il quale produrra’ il suo frutto, buono o venefico.

Tanto premesso, si puo’ comprendere come il Bene e il Male, le due parti di una originaria interezza, si oppongano l’una all’altra infinitamente e funzionalmente ~ Il simbolo del TAO e’ l’espressione piu’ antica e perfetta di un Equilibrio compositivo che NON e’ uno status quo, ma un continuum dinamico:  l’Universo non e’ immobile, l’Universo VIBRA senza soluzione di continuita’.

In ambito spirituale, tra la forza del Bene e quella del Male, esiste una differenza dirimente: la forza del Bene e’ libera, autonoma, e puo’ creare, mentre la forza del Male, diaspora derivata, seppure potente, non possiede capacita’ di creare, essa utilizza il disponibile, e a motivo di cio’, necessita di accordi, necessita del consenso dell’uomo, che ne diviene veicolo e strumento ~ L’azione malevola, o maligna, richiede un aggancio all’uomo, realizzando il rapporto assimilabile a quello tra presa di corrente e spina:  l’una necessita dell’altra per generare la conseguenza.

Se si comprende bene questa peculiarita’ del Male, si comprendono i suoi miserrimi limiti, e si comprende come poterlo arginare, (SE si vuole), nella sua opera scaltra e pervasiva, fondata sull’inganno deviante (tentazione).

Il Male e’ stato paragonato, durante un’intervista al teologo e scrittore mons. Cozzoli, ad un cane affetto da rabbia MA legato ad un palo:  non avvicinarsi consente di non esserne morsi e contaminati ~ E’ la volonta’ dell’ UOMO a scegliere , a decidere ~ Ma e’ interessante anche rilevare, a monte, che, paradossalmente, il Male e’ funzionale al Bene, poiche’ lo verifica e, se respinto, lo conferma e lo radica.

Nella contrapposizione tra le due Forze, presente ovunque, ed anche sulla Terra e nell’uomo, si generano quegli EQUILIBRI compositivi che il Cosmo preserva, OPPURE quegli SQUILIBRI disgregativi che il Cosmo sanziona, (con i suoi tempi) ~ La sanzione di ripristino, in Oriente e’ definita Karma ~ In Occidente, la visione del Male compiuto, e’ piu’ miope, si ferma al rimpallo tra colpa e perdono, senza considerare l’ambito immenso e misterioso del Bene e del Male, un ambito infinito in cui vigono tutte le sacre Leggi Universali ~ Esse vigono nel macrocosmo come nel microcosmo, e la loro violazione comporta conseguenze certe ~ Il compito dell’uomo e’ quello, discernendo col pensiero, di comporre, di armonizzare, di equilibrare, secondo l’insegnamento Universale ~ Ma piu’ spesso l’uomo viola, e il destino dell’umanita’ e’ oscuro ~ La salvezza e’ individuale ® 🎀

I due mondi 💻

24E50C4A-BCCA-43C6-8281-2D8BD1784756Perche’ nonostante le molte bellezze possibili, l’essere umano sempre piu’ si immette nel mondo virtuale, disumano e spesso subumano?

Per comprendere la disumanita’ del mondo virtuale, così accattivante da catturare sino alla dipendenza, e’ sufficiente comparare la dimensione dell’errore digitale con quella dell’errore reale ~ Mentre quest’ultimo e’ un’esperienza che puo’ insegnare,  e concede il tempo e il modo di riflettere, di ponderare, di apprendere, di riparare, il primo, l’errore virtuale, costituisce soltanto l’infrazione di uno schema: la voce “system error” e’ allora tutto cio’ che presenta, senza appello possibile ~ Poi un semplice automatismo di riaggancio al sistema bypassa l’errore, e nulla resta all’uomo, se non una sorta di  coazione a procedere, dopo la negazione, all’interno del mondo virtuale, per necessita’ o per diletto, e soprattutto per diletto ~ Al di fuori dell’uso necessario al quotidiano (lavoro, corrispondenza, ecc), e al di fuori del buon uso finalizzato allo studio  ed ai contatti umani scelti, che cosa attira l’uomo nei meandri fittizi, immaginosi, illusori, del mondo virtuale? ~ Cio’ che attrae l’essere umano e’ la promessa di ottenere senza fatica l’accesso all’inaccessibile, al tutto indiscriminato, all’abbondanza del ”di più” ~ L’uomo si e’ forse disabituato al confronto, spesso faticoso, con il mondo reale, tende a rifuggirne, ed estraneo persino a se stesso, si accontenta di oasi nel deserto esistenziale o si dispone a banchetti di cibi finti. 💻

E’ possibile 👁

1A4B3570-93D0-4479-8148-1BFE754EAB58L’uomo e’ un essere dotato di forza spirituale e non ricorda piu’ il suo Scopo, che e’ personale, non solo sociale ~ L’essere umano assomma in se’ sia il potenziale di tutti gli esseri viventi sulla Terra e sia il potere spirituale che lo rende nobile ~ Ma, nel tempo, e soprattutto nella grande confusione miraggiante del suo vivere, l’essere umano ha perduto l’arguzia, la perspicacia, la lungimiranza, con cui individuare gli inganni di chi ha inteso ed intende manipolarlo.

Dai POTENTI, come rileva la storia umana, fu presto compresa l’importanza di formare e mantenere le masse di sostegno ~ A motivo di cio’, da sempre, i Potenti hanno adottato scaltre modalita’ di aggregazione umana. Essi dunque:

~ hanno ostacolato la vera conoscenza

~ hanno praticato la divulgazione di verita’ spurie e mezze-verita’, con cui pilotare le masse, ed usarle per i loro progetti e per i loro profitti

~ hanno invalidato il pensiero critico individuale, infatti il mantra popolare e sottoculturale e’, oggi, “ascolta il cuore”, (organo che non discerne ed il cui sentire deve sempre essere sottoposto al vaglio del pensiero).

~ Hanno regolarmente corrotto i corruttibili ed eliminato fisicamente i portatori di verita’ non corruttibili.

L’essere umano, da illo tempore, si e’ lasciato collocare nel mucchio, ha perduto sempre piu’ il valore della propria unicita’ e del proprio libero pensiero, e’ divenuto elemento di gregge, manipolo subumano di emozioni e paure, atto allo sfruttamento (economia) o al mattatoio (guerre), in funzione degli intenti dissennati di chi si e’ impossessato del Pianeta.

Ad oggi il livello di potere e di corruzione ha raggiunto un punto di non ritorno, e pochi ne sono consapevoli, nonostante il quotidiano presenti ovunque falle mortifere

~ Ognuno dovrebbe uscire dal sonno del miraggio indotto, dalla schiavitu’ delle brame e delle paure, e riappropriarsi della propria esistenza, fisica, mentale, spirituale ~ L’’essere umano e’ un essere spirituale, pensante, volente, nolente, dotato di intelligenza e coscienza, e,  seppure tarpato, ingannato, fruito, invalidato, possiede la forza assegnatagli in quanto umano, e dovrebbe svegliarsi ed usarla ~ Ciascuno puo’ farlo, uscendo dalla massa, con coraggio, soffiando sul personale fuoco, accendendo la personale luce sulle cose, affrancandosi dalle ombre della caverna platonica in cui risulta relegato. ® 👁

A.CAMUS e la lotta di potere 👁

D412E1CF-B5C8-45A2-94E9-D0792E588019“Dobbiamo parlarne in nome di coloro che non possono farlo” ~ ALBERT CAMUS

La bellissima citazione dello scrittore francese e’ alla base di quel prezioso giornalismo LIBERO, (NON allineato, NON ruffiano), che svolge, con fatica, l’importante servizio di informazione sulla VERITA’ spesso occultata dai Poteri ~ Albert Camus, nel descrivere la tragedia del regime totalitario, rilevo’, in senso Universale, la posizione soggetta e “assurda”, (cosi’ la defini’), della vita umana ~ Oltre al famoso romanzo “Lo straniero”, e ad altre opere pregevoli, resta memorabile il testo “La Chute”, (La Caduta), in cui analizza l’insensatezza degradante del vivere senza combattere gli automatismi umani e sociali ~ Sulla Lotta di Potere scrisse anche il controverso dramma “Caligola”, che modifico’ piu’ volte a causa del tema ovviamente scottante ~ Ammalato di tubercolosi, mori’ in uno strano incidente stradale, nel 1960, a soli 37 anni ~ Il Potere, di qualsiasi tipo e livello, e’ sempre diabolico, poiche’  si muove nascostamente, oscuramente, obliquamente, come tutte le manifestazioni del Male ~ E se la lotta di potere e’ devastante, quella contro gli abusi del potere e’ sacra ~ L’assurdo umano illustrato da Camus e’ racchiuso nella posizione dell’uomo rispetto alla incidenza sociale, conformativa o vessatoria, che lo vede vulnerabile e troppo spesso irrisolto. ® 🌚

La Forza Irrinunciabile 👽

BBBECEBF-27E2-4BD4-9F6C-C7180E7AFE3BE’ importante confrontarsi con la realta’, interna ed esterna, ed affrancarsi dal pessimismo, dal vittimismo, dalla visione fatalistica e passiva, dalle melasse della sottocultura propalate per incollare ~ La realta’, anche quando sfida con ostacoli difficili, non tradisce, come accade con il miraggio ammiccante.

“La realta’ e’ sempre al suo posto” asseri’ JACQUES  LACAN ~ Se il confronto e’ accettato, la vittoria e’ possibile ~ Si nasce per vivere le sfide piccole e grandi della realta’ e, attraverso il superamento di esse, evolvere ~ Tutti conoscono la storia del bruco che diventa farfalla ~ Ebbene ogni essere umano possiede lo stesso destino evolutivo, in termini piu’ elevati ~ Molti, per una serie di motivi, insindacabili, non favoriscono la loro “seconda nascita”, dimenticano che cosa esiste oltre il guscio, e si accontentano di vivere esistendo all’interno di esso ed in esso finire ~ Nessuno puo’ rompere il guscio esistenziale dall’esterno, e’ un lavoro personale, spesso faticoso ~ L’essere umano  puo’ svolgere questo lavoro di conquista della nuova dimensione soltanto mediante la consapevolezza della FORZA VITALE E SPIRITUALE, data a TUTTI sin dal concepimento ~ La forza vitale e spirituale possiede i due livelli, il livello vitale degli automatismi biologici deperibili (cuore, sangue, chimica), ed il livello spirituale delle energie sottili, immortali  (pensiero,  intento, volonta’).

La forza dell’essere umano, come essere causativo, risiede nella mente:  il sentire deve essere affiancato dal discernere, come i due remi di una barca, che le consentono di avanzare (poiche’ con un solo remo girerebbe in tondo) ~ I manipolatori ed i Potenti da sempre ghettizzano il pensiero (scomodo per i loro intrighi) a favore delle emozioni (su cui agevolmente incidono attraverso le divulgazioni) ~ Ma l’essere umano, restando centrato sul reale e, al tempo stesso, considerando il mistero dell’immenso cielo su di lui, puo’ intuire la presenza possente di un Infinito, dal quale proviene la Terra e tutto cio’ che vi abita compreso egli stesso.

L’uomo ad oggi ha dimenticato  il suo Scopo, la sua meta, vive in modo precario ~ L’uomo ad oggi ha dimenticato il suo “potenziale divino” (GIORDANO BRUNO), non e’ piu’ “orientato verso l’Infinito” (RUDOLF STEINER) ~ Ha dimenticato quello che nei primordi faceva parte del suo naturale sapere, ovvero che quando l’uomo agisce nel giusto tutto il Cosmo collabora con lui, e che quando opera nel male tutto il Cosmo si prepara per richiamarlo severamente al Bene (inteso non tanto come valore morale, ma come valore di custodia e preservazione) ~ Bisogna comprendere che la Forza cosmica lavora per l’Unus, come asseriva PLOTINO, ed  interviene immancabilmente in base ad un Impulso originario e invitto.

L’infinito testimonia palesemente l’importanza della FORZA nell’esistere di ogni cosa, di tutto ~ Anche l’amore, per agire come tale, “necessita di forza, la sua componente piu’ importante”, così afferma e sostiene la scrittrice  SUSANNA TAMARO, autrice contemporanea di testi interessanti ~ Ma i Potenti esortano alla melassa poiche’ ci vogliono deboli e impastati ~ Bisogna cominciare a filtrare i loro messaggi col pensiero personale e critico. ® 👽

La Verita’ non muore 🌸

DC153291-F011-4A15-A729-277AB3B65898La Verita’ e’ un seme che non muore ~ Essa costituisce prima che un fatto reale, un fatto spirituale ~ Come tale, la Verita’ non e’ soggetta alla propria fine, bensi’ sottende la propria celebrazione ~ L’Ordine Universale la preserva nel tempo, fino al germogliare del seme ~ La Verita’ procede lenta, ordinata come il passo degli elefanti diretti alla meta ~ La Verita’ arrivera’ senza fallo col tempo necessario ~ Tutti coloro che hanno inteso calpestarla saranno essi stessi formiche schiacciate dal piede di un mastodonte ~ Nel frattempo l’attesa puo’ essere addolcita, nel mondo amaro, dalla certezza della Verita’ senza prescrizione ~ Nell’opera letteraria di Shakespeare, “Re Lear”, il protagonista afferma:  “Il tempo mostra poi quel che oggi l’astuzia nasconde” ~ Quando si e’ dalla parte della Verita’ l’intero Cosmo collabora, e molte frecce vengono incoccate dagli Arcieri per frantumare la Stella Finta ~ (Sotto:  lo scatto di Sebastiano Salgado, grande fotografo brasiliano che ha immortalato la colonna degli elefanti in spostamento) 🌸

Ravvedimenti 👁

591BCD51-9C82-4FAD-8C54-3FE4E1F24F6DIl ravvedimento qui inteso riguarda quello del giornalista Paolo Pansa, il quale, dopo anni di collaborazione con L’Espresso e Repubblica, come rappresentante della linea editoriale di Sinistra, e’ pervenuto, alcuni anni fa, alla considerazione che la meta’ dei colleghi avevano ceduto la propria professionalita’, e la verita’, al partito.

Ne consegui’ da parte del giornalista, la presa di atto, lodevole e rara, della necessita’ di uscire dalla fazione e additare l’intera verita’, non solo quella di parte ~ Nel 2008 lascio’ il gruppo editoriale di appartenenza, e si dedico’ ad una rivisitazione della storia politica italiana ~ Nel periodo scrive “Il sangue dei vinti”, sulle feroci malvagità compiute dai partigiani e non riportate dall’editoria allineata, (interessante l’indicazione della Polizia Partigiana, paragonabile alla Stasi Nazista) ~ Successivamente scrisse “La grande Bugia”, in cui registra le reazioni e le critiche che vogliono boicottare la verita’ emergente su aspetti nefandi della Sinistra (occultamenti, inciuci, e realta’ vessatorie del partito) ~ Nel saggio “Bella Ciao” svela il lato oscuro della Resistenza, e la lenta e inarrestabile presa di possesso di un Potere che gioco’ tutto (e gioca!) sull’antifascismo piu’ becero e menzognero ~

Nel testo “L’Italia non c’e’ piu’ “ scrive: “… siamo tra vittime e carnefici, morti ammazzati e terroristi rivoluzionari, partiti politici decenti ed altri avviati a diventare sempre piu’ la casta di ladri arroganti che ci asfissiano … La mia idea e’ che siamo in un paese allo sbando, schiavo di inutili consumi, dove paradossalmente il lavoro manca, e il debito cresce … Il futuro riguarda un’Italia che gia’ non c’e’ piu’ … Non e’ la mia autobiografia, e’ la vostra vita che racconto. Come finiremo? Temo di saperlo: i partiti politici sbiadiranno e spariranno, si imporra’ un Governo di tecnici vicino alle alte sfere di Potere”.

Il famoso giornalista, molto criticato dall’Establishment sinistrorso, (che ha diverse denominazioni di partito), ha voluto precisare, ed ha dimostrato, di non essere mai servo di un colore politico, e che, rilevata la Verita’, ha inteso esprimerla in piena liberta’, prima durante e dopo, poiche’ la Verita’ non ha colore ne’ tempo, non e’ relegata in alcun luogo e non ha prescrizione ~ Il percorso professionale del bravo giornalista consola i pochi che pensano, e riscontrano la realta’ da lui profetizzata dopo aver scoperto il Grande Inganno 🎀

I Potenti della Terra 🌚

  • 79E4F4DE-054D-4D26-B242-30E45164D389Siamo pedine sulla scacchiera planetaria e non tutti ne sono consapevoli.

  • La storia dell’uomo prosegue verso l’abisso ~ Perche’? ~ Una breve analisi antropologica, (necessariamente sommaria):   Sin dai primordi l’uomo, per sopravvivere, era dedito alla supremazia ~ Comprese presto che il gruppo prevale sul singolo, e che un gruppo puo’ creare masse di singoli a favore ~ Sorsero, progressivamente, gruppi di potere, sostenuti da masse aggregate ~ Si genero’ e crebbe sulla Terra una costellazione di Potenti ~ (Ad oggi una piramide, una Cupola) ~ La Terra fu violentemente spartita tra di Essi ~ Un tempo lontano i Potenti si contendevano un territorio, uno spazio da fruire sulla Terra ~ Poi sono giunti a contendersi intere porzioni di Essa.

  • Ad oggi, esiste la Cupola Planetaria, e’ aguzza e costituita da Pochi, e’ silenziosa e nascosta, opera con diplomazia e scaltrezza, indottrina attraverso i media, decide le sorti di tutti (guerre comprese) nelle sue Stanze Segrete ~ I suoi operatori sono principalmente i politici collusi dei vari paesi del  mondo ~ Oggi i Potenti si contendono il Pianeta, tutte le sue risorse e tutte le possibilita’ di utilizzarne i popoli per fini di profitto.

  • Cio’ che e’ cambiato rispetto al passato, piu’ o meno lontano, e’ la procedura di aggregazione, non piu’ aggregazione di individui per formare la massa locale di sostegno, ma aggregazione di interi paesi (riuniti sotto una Governance cupolare ~ I Potenti tendono ormai, ove lo scopo del conflitto lo consenta, ad accordarsi tra di Loro, a concordare i dettami da divulgare alle masse, ed a costituire Federazioni ed Unioni di paesi, che divengono vere e proprie Congreghe Planetarie di Potere ~ La globalizzazione nasce dall’intento succitato, quello di portare i paesi deboli ad essere propaggini dei paesi forti, dipendenti e sfruttati dai paesi forti ~ I paesi forti poi si confrontano nelle Stanze Segrete del Potere e si accordano, a livelli sempre piu’ cupolari, poiche’ vogliono essere in Pochi a spartire il bottino finale (profitti e potere) ~ Constatiamo come persino la Chiesa (un Potere anch’essa, non va dimenticato), tenda a piegarsi ad ogni compromesso di convergenza cogli altri Poteri, ed abbia ridotto il suo messaggio a parole consolatorie, per indurre accettazione e mansuetudine:  lo scopo e’ non perdere la massa di sostegno e preservare la propria incidenza di voce nei consessi Planetari.

  • Ahime’, siamo pedine sulla Scacchiera Mondiale ~ Possiamo tutelare la qualita’ ed il senso della nostra esistenza, solo a livello individuale, uno ad uno, uscendo, attraverso il personale pensiero critico, dalla pastoia della massa dormiente o credulona, evadendo dagli ovili, dalle stalle, dai mattatoi, dove senza saperlo, noi tutti, gente comune, siamo relegati ed usati ~ La sintesi, terribile e reale, della situazione umana gestita dai Potenti e’ ridotta in tre parole:  “Produci, Consuma, Crepa” (non subito, ma solo dopo aver consumato tutti i medicinali possibili, anch’essi merce atta ad ottenere profitti). ® 🌚

Il tempo reale ⏰

CEE43100-5F9C-4F82-8C1A-2ECACA7FF74CE’ importante essere presenti a se stessi senza soluzione di continuita’: una sorta di vigilanza necessaria per evitare piccole o grandi conseguenze della distrazione, e per non naufragare nella dimensione illusoria.

Sin dall’antichita’ i filosofi individuarono il valore del “Qui ed ora”, (“Hic et nunc”), frase che ad oggi viene spesso interpretata superficialmente come “occasione da cogliere”, (qualsiasi essa sia), come il “Carpe diem” di Orazio.

In realta’ il significato sotteso e’ assai piu’ profondo:  esprime la necessita’ di essere sempre, con la propria attenzione, nella dimensione reale del tempo, del luogo, della situazione, la necessita’ di essere nel presente, nel momento presente, e non altrove ~ In caso contrario, ovvero divagare, sostare nell’altrove, nella dimensione irreale, fuori di quel tempo, di quel luogo, di quella situazione, significa relegarsi in una bolla emotiva, restare privi del contatto con cio’ che e’ fuori di essa, e produrre pensieri senza costrutto, eradicati, illusori ~ Significa, prosaicamente “credere di poter tagliare il pane a fette senza avere in mano il coltello”.

Essere nel tempo reale, non nel passato, ormai andato, non nel futuro, ancora da venire, ma nel presente, non altrove, significa essere cogniti e costruttivi, vivere pienamente, e non solo fantasticare e perdersi ~ Il passato e’ inaccessibile, è immodificabile: la parola detta, l’azione compiuta, la vicenda vissuta, non possono tornare indietro ~ Il passato e’ una moneta scaduta, non piu’ spendibile, inutile ~ Esso dovrebbe restare nella memoria solo come esperienza da cui apprendere ~ La nostalgia e’ un sentimento al quale non si dovrebbe dedicare troppo tempo: tempo sprecato che si puo’ utilizzare in modo piu’ vivo e produttivo ~ Ricordare si, ma senza gettare l’ ancora nei ricordi ~ La vita e’ nella creazione sempre nuova del pensiero.

La vita e’ nel tempo reale, e quando la distrazione entra nella realta’, devia il corso degli eventi, come accade, esempio tragico ed estremo, a coloro che, distratti, deviano dalla realta’ contingente, e “dimenticano” i bimbi in automobile ~ Ora io dico:  e’ possibile che un genitore, un genitore non una tata, necessiti di un seggiolino sonoro per “ ricordare”  il suo bimbo? ~ Terribile. 👶

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora